Consiglio europeo dell’ambiente: qualità dell’aria e biodiversità

I ministri cercheranno di raggiungere un orientamento generale sulla direttiva concernente la riduzione delle emissioni nazionali di taluni inquinanti. Questo nuovo atto normativo rivede e aggiorna gli attuali limiti nazionali di emissione annuali di determinati inquinanti atmosferici. L’obiettivo principale è tenere conto dei rischi sanitari e degli impatti sull’ambiente tuttora derivanti dall’inquinamento atmosferico. La direttiva permetterebbe di allineare la normativa UE agli impegni internazionali.

Il Consiglio dovrebbe adottare conclusioni sulla revisione intermedia 2015 della strategia dell’UE sulla biodiversità fino al 2020. Questa strategia, istituita nel maggio 2011, mira ad arrestare la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi ecosistemici nell’UE entro il 2020 e a ripristinarli nei limiti del possibile. La revisione intermedia fa il punto dei progressi compiuti per raggiungere gli obiettivi entro il 2020. Le conclusioni del Consiglio daranno una risposta politica a tale revisione e evidenzieranno i settori in cui è necessario proseguire i lavori.

Sto caricando la mappa ....
Data / Ora

16/12/2015
Tutto il giorno
Luogo

Categorie

16/12/2015