IL RICORDO DI ENRICO RISALITI A 10 ANNI DALLA SCOMPARSA

In occasione del 10° anniversario della scomparsa di Enrico Risaliti, leader di Assopetroli-Assoenergia dal 2002-2008, il Presidente Andrea Rossetti e tutta l’Associazione ne ricordano con particolare affetto il profilo umano, d’imprenditore, di appassionato rappresentante della categoria.

Livornese, classe 1943, Risaliti guidò l’Associazione per quasi sette anni caratterizzando il suo mandato per l’approccio aperto, dinamico, innovativo sia nel rapporto con gli associati che con le istituzioni e la politica, per accrescere la coesione della categoria e con essa il ruolo delle piccole e medie imprese nel panorama energetico italiano.

Fu uomo vitale e imprenditore poliedrico, intraprese nella Rete e nell’Extrarete con la sua Termobit S.p.A., rilevata dalla Shell negli anni ’80. Allargò l’attività alla produzione di emulsioni bituminose, alla distribuzione di gas metano, si cimentò con intuito nel settore delle rinnovabili elettriche, allora in fase di espansione iniziale.

Fuori dall’ambito energetico, avviò iniziative nei campi armatoriale, della moda, perfino dello sport agonistico, fondando un centro di alta formazione nel tennis, che lo appassionava intimamente.

Innumerevoli le iniziative promosse durante la sua presidenza. Tra le tante la costituzione del Polo Energia Indipendente (Pei), frutto dell’ostinata convinzione che l’aggregazione imprenditoriale delle PMI potesse favorirne la crescita e l’apertura a nuovi mercati energetici. Nello stesso solco promosse e costituì Retitalia S.p.A. che arrivò a tentare la scalata della IP quando fu posta in vendita e che tutt’oggi rappresenta una realtà significativa nel panorama distributivo.

Aprì una nuova fase dei rapporti interassociativi con la rappresentanza dell’industria e le Oil Company improntata alla chiara affermazione del ruolo e della dignità di rivenditori e retisti. Allo stesso tempo, non si sottrasse alle responsabilità di sistema per tentare di dare alla filiera una configurazione equilibrata, in linea con le esigenze di quella fase storica, attento e rispettoso di ogni anello della catena distributiva, fino alle organizzazioni sindacali dei gestori.

Nel 2006 arrivò a presiedere la neo-costituita Commissione Energia in seno a Confcommercio, struttura da egli stesso voluta per accrescere l’influenza del settore in ambito confederale e risaltarne l’importanza in una dimensione trasversale.

La sua personalità estroversa e generosa entrò in gioco anche per la sua Livorno, nell’autunno 2008, quando si spese attivamente per salvare dalla chiusura una delle più importanti raffinerie italiane.

Nel suo profilo umano spiccano soprattutto la passione, la curiosità, l’apertura al nuovo. La sua eredità all’interno dell’Associazione è stata fertile e generativa di una nuova classe dirigente composta da giovani, che egli volle aggregare in una struttura dedicata pensata per la formazione e la progressiva assunzione di responsabilità di guida.

Al figlio Edoardo, imprenditore e attuale Coordinatore Assopetroli-Assoenergia della Regione Lazio, va il ricordo affettuoso e la riconoscenza del Presidente Andrea Rossetti e dell’Associazione tutta.