Illegalità carburanti, anche i gestori al tavolo UP-Assopetroli

Un segnale di unità importante nella lotta alle frodi che dilagano nel mercato

Si allarga anche alle associazioni dei gestori (Faib, Fegica, Figisc) il tavolo permanente congiunto Unione Petrolifera-Assopetroli di contrasto al fenomeno dell’illegalità, istituito nel dicembre 2015 (v. Staffetta 04/12/15).

La prima riunione del tavolo, si legge in una nota congiunta, si è tenuta ieri a Roma, presso la sede dell’Unione Petrolifera, finalizzata ad individuare, in questa nuova fase, le aree di rischio pertinenti le attività a valle della filiera, ossia la distribuzione finale, ed elaborare possibili soluzioni da proporre alle istituzioni competenti. Il tutto, conclude il comunicato, con l’obiettivo di porre un argine ad un fenomeno in preoccupante crescita, nell’interesse non solo del settore, ma anche di quello più generale del Paese e dei consumatori.

All’incontro hanno partecipato i presidenti delle associazioni: Claudio Spinaci, Andrea Rossetti, Roberto Di Vincenzo, Martino Landi e Maurizio Micheli.

Un segnale di unità importante nella lotta alle frodi e alle illegalità che stanno dilagando nel mercato.

28/07/2016

ARTICOLI CORRELATI