MiT assegna le deleghe a Nencini, Del Basso e Vicari

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha assegnato le seguenti deleghe:

  1. Vice Ministro Riccardo Nencini
    • delega al Piano Casa;
    • delega al Piano Città;
    • delega alla Motorizzazione;
    • delega della Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali;
    • delega al Programma “6000 Campanili”;
    • delega al coordinamento per la riduzione dei ricorsi straordinari di competenza del Mit;
    • delega alla Direzione generale per la Motorizzazione;
    • delega alla Direzione generale per la Sicurezza stradale, ed in particolare le attività in materia di info-mobilità e Intelligent Transport System (ITS);
    • delega alla Direzione generale per i Sistemi di trasporto ad impianti fissi ed il Trasporto pubblico locale;
    • delega alla Direzione generale per gli Aeroporti ed il trasporto aereo;
    • delega alla firma dei ricorsi gerarchici impropri previsti dal Codice della Strada.

  2. Sottosegretario Umberto Del Basso De Caro:
    • delega alla realizzazione del Piano Sud;
    • delega ai contratti istituzionali di sviluppo per le aree del Mezzogiorno;
    • delega alla realizzazione dei programmi relativi all’edilizia scolastica, (con esclusione dei ”6000 Campanili”);
    • delega alla Direzione generale per le Dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche;
    • delega alla Direzione generale per la vigilanza sulle Concessioni autostradali;
    • delega ai rapporti sindacali afferenti le materie di interesse del Mit e i rapporti con le organizzazioni maggiormente rappresentative nel Dicastero.

  3. Sottosegretaria Simona Vicari:
    (passata dal Ministero dello Sviluppo economico al Mit

    • delega all’attuazione della riforma dell’autotrasporto di persone di competenza statale e del settore dell’autotrasporto delle merci;
    • alla realizzazione della piattaforma logistica nazionale;
    • agli interporti;
    • alla navigazione e continuità territoriale con le isole;
    • alla navigazione interna;
    • alle Autostrade del mare;
    • alle Smart city relativamente alla competenza del Dipartimento per le infrastrutture e i sistemi informativi (competenza che aveva anche al Mise);
    • al Comitato interministeriale per gli affari europei (Ciae);
    • al coordinamento per la riduzione dei decreti attuativi di competenza del Mit.
17/03/2016