Policy Focus – 27 aprile 2023

POLICY FOCUS – ITALIA 
🌐 È pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 94 del 21 aprile la legge 21 aprile 2023, n. 41 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 febbraio 2023, n. 13, recante disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e del Piano nazionale degli investimenti complementari al PNRR (PNC), nonché per l’attuazione delle politiche di coesione e della politica agricola comune. Disposizioni concernenti l’esercizio di deleghe legislative”. Si tratta della legge di conversione del “Decreto Pnrr”, approvato dal Parlamento giovedì scorso
🌐 Non aggiunge molti dettagli nuovi l’informativa di oggi al Senato del ministro per gli Affari europei e il Piano di ripresa Raffaele Fitto sullo stato di attuazione del Pnrr. L’unico, forse, è che il bando sul teleriscaldamento – una delle tre misure bocciate dalla Commissione europea e su cui si sta giocando la partita della terza rata – verrà riscritto d’accordo con Bruxelles. Fitto ha sottolineato come la misura sul teleriscaldamento sia stata adottata dal precedente governo: “sul bando pubblicato il 30 giugno 2022 la Commissione europea ha sollevato questioni relative all’inammissibilità di alcuni interventi. Abbiamo deciso con la Commissione di pubblicare un nuovo bando concordato”.
 🌐 Sono andati deserti i due bandi dell’azienda sarda di trasporto pubblico Arst per la fornitura di nove treni a idrogeno. Il mese scorso anche la gara bandita dalla Regione Abruzzo è andata deserta
🌐 “Ricorreremo in tutte le sedi nelle quali possiamo legittimamente farlo, Antitrust comunitaria compresa”. Lo annuncia l’associazione dei gestori carburanti veneti GC_TV in una nota di critica sul decreto ministeriale che dispone le regole sul cartello con i prezzi medi regionali da esporre sui punti vendita. “Un’autentica follia nata da una colossale bufala”, in cui “si è trovato il colpevole nei benzinai”, si legge nella nota. Il punto centrale della contestazione è che, secondo il decreto, “si dovrà aggiornare il cartello 365 giorni all’anno (366 i bisestili)”.
POLICY FOCUS – EUROPA 
🇪🇺 Iniziano a uscire sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea i primi atti normativi del pacchetto Fit for 55. Nella Gazzetta L 110 del 25 aprile è pubblicato il regolamento UE 2023/851 del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 aprile 2023 che modifica il regolamento UE 2019/631 per quanto riguarda il rafforzamento dei livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri nuovi, in linea con la maggiore ambizione dell’Unione in materia di clima. Si tratta del regolamento che porta a zero le emissioni medie del parco di autovetture nuove al 2035, determinando di fatto un blocco delle immatricolazioni di auto nuove con emissioni di CO2 allo scarico, con la possibile eccezione dei carburanti a CO2 neutra. Nei “considerato” si legge infatti che “previa consultazione dei portatori di interessi, la Commissione presenterà una proposta relativa all’immatricolazione posteriore al 2035 di veicoli che funzionano esclusivamente con combustibili neutri in termini di emissioni di CO2 in conformità del diritto dell’Unione, al di fuori dei livelli di prestazione in materia di emissione del parco veicoli, e conformemente all’obiettivo della neutralità climatica dell’Unione”.Nella Gazzetta L 111 del 26 aprile è pubblicato il regolamento 2023/857 del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 aprile 2023 che modifica il regolamento UE 2018/842, relativo alle riduzioni annuali vincolanti delle emissioni di gas serra a carico degli Stati membri nel periodo 2021-2030 come contributo all’azione per il clima per onorare gli impegni assunti a norma dell’accordo di Parigi, nonché il regolamento UE 2018/1999. Si tratta del regolamento sulla condivisione degli sforzi o effort sharing, che riguarda i settori non coperti dall’Ets, cioè per lo più carburanti per il trasporto e riscaldamento. Per quanto riguarda l’Italia, il provvedimento alza dal 33% al 43,7% l’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 al 2030 rispetto al livello del 2005.Nella Gazzetta L 110 del 25 aprile, infine, è pubblicata la decisione UE 2023/852 del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 aprile 2023 che modifica la decisione UE 2015/1814 per quanto riguarda il numero di quote da integrare nella riserva stabilizzatrice del mercato per il sistema dell’Unione per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra fino al 2030.
🇪🇺Open Power Grid, l’associazione europea promossa da Enel e dedicata alla distribuzione elettrica, ha raggiunto i 25 associati, dopo l’adesione tra gli altri di UFD, del gruppo Naturgy, terzo operatore della distribuzione in Spagna, di AcegasApsAmga e di Rse, società di ricerca che fa capo al Gse. I membri dell’associazione, che include operatori di sistemi di distribuzione, imprese manifatturiere, società di consulenza e ingegneria del settore energetico ed istituti di ricerca, si sono incontrati a Roma per la seconda assemblea generale.
🇪🇺 Il Presidente russo Vladimir Putin ha firmato ieri un ordine esecutivo che trasferisce il controllo temporaneo degli asset energetici appartenenti a Fortum e Uniper a Rosimushestvo, l’Agenzia federale per la gestione delle proprietà statali.La mossa della Russia è l’ultima risposta alle sanzioni occidentali, introdotte dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca nel febbraio 2022. Le sanzioni hanno comportato il sequestro temporaneo di beni russi in Europa, compresi quelli di proprietà di Gazprom e Rosneft in Germania.
POLICY FOCUS – MERCATI
📈 Nel 2022 nel mondo sono state vendute oltre 10 milioni di auto elettriche (di cui il 70% circa elettriche pure o Bev, il resto ibride plug in), il 55% in più del 2021, mentre nel 2023 dovrebbe registrarsi un’ulteriore crescita del 35% a 14 milioni. Sono i numeri della nuova edizione del Global Electric Vehicle Outlook, il rapporto annuale dell’Aie sui veicoli elettrici pubblicato oggi. La quota di mercato delle auto elettriche è passata da circa il 4% nel 2020 al 14% nel 2022 ed è destinata ad aumentare ulteriormente fino al 18% quest’anno, secondo le proiezioni Aie. In tutto, nel mondo circolano 26 milioni di auto elettriche (+60% rispetto al 2021), di cui il 70% elettriche pure (Bev).
📈 In base alla chiusura Cif Med 25 aprile e all’andamento dell’euro i listini extra-rete dei prodotti petroliferi domani dovrebbero registrare in linea generale, rispetto ad oggi, le seguenti variazioni: 
1. benzina 10ppm -12 euro per mille litri 
2. gasolio autotrazione 10ppm -15
3. gasolio agricolo -15
4. gasolio motopesca -15
5. gasolio risca 0,1 -13
6. o.c. denso Btz -9 euro per mille chiliEuro (chiusura Bce 25 aprile): 1,1022 dollari rispetto al precedente 1,097