Policy focus – 28 maggio 2024

POLICY FOCUS – ITALIA 
▪️Dal progetto Pnrr dell’Autorità portuale dell’Adriatico Settentrionale per ridurre l’impatto ambientale del porto di Ravenna salta il capitolo che prevedeva la produzione di idrogeno, per incompatibilità con i tempi di completamento richiesti dal Piano di ripresa e resilienza.

▪️È pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 121 del 25 maggio il decreto del presidente del consiglio dei ministri 20 maggio 2024 “Rimodulazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti”. Si tratta dell’atteso provvedimento che stabilisce i nuovi incentivi per l’acquisto di auto

▪️Il Consiglio dei ministri di venerdì, oltre ad aver approvato il disegno di legge di delegazione UE 2024 (senza la delega a recepire la direttiva Case green, ha sbloccato con Via positiva due progetti di impianti di produzione elettrica da fonte rinnovabile per un totale di circa 56 MW.

▪️Da “progetto in parte condivisibile” a “controriforma che condona le malefatte dei furbetti del petrolio”. Le associazioni dei gestori carburanti posano il fioretto e imbracciano la scimitarra. In una nota diffusa in mattinata – e rivolta evidentemente al grande pubblico – Faib, Fegica e Figisc attaccano a testa bassa le proposte del Mimit per la riforma della distribuzione carburanti, dopo il giudizio parzialmente positivo dato a caldo e la lettera di critica all’Eni inviata la scorsa settimana alla Staffetta

▪️L’installazione di pompe di calore di potenza fino a 12 kW rientrerà tra gli interventi che possono essere eseguiti in edilizia libera, cioè senza alcun titolo abilitativo, né permesso e/o comunicazione. Lo prevede il decreto Salva casa approvato venerdì dal Consiglio dei ministri (non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale).
POLICY FOCUS – EUROPA E MONDO
▪️ Il Consiglio UE ha approvato oggi il regolamento sull’industria “Net zero”, che “istituisce un quadro di misure per rafforzare l’ecosistema produttivo europeo con tecnologie a zero emissioni nette (Net zero industry act o Nzia).Quanto al regolamento Nzia, mira a promuovere la diffusione industriale delle tecnologie a impatto zero necessarie per raggiungere gli obiettivi climatici dell’UE, utilizzando la forza del mercato unico per rafforzare la posizione dell’Europa come leader nelle tecnologie industriali verdi. La norma, scrive Bruxelles, creerà condizioni favorevoli per gli investimenti nelle tecnologie verdi semplificando le autorizzazioni, facilitando l’accesso al mercato per prodotti tecnologici strategici (in particolare negli appalti pubblici o nella vendita all’asta delle energie rinnovabili), migliorando le competenze della forza lavoro, creando una piattaforma per coordinare l’azione dell’UE.

▪️Cristian Signoretto è stato eletto venerdì scorso, nel corso dell’assemblea generale, presidente di Eurogas, l’associazione nata nel 1990 con base a Bruxelles che raccoglie le imprese attive nel settore del gas di 28 paesi europei. Succede a Didier Holleaux, che si è dimesso a far data dal 24 maggio. L’associazione non aveva una presidenza italiana dal 2010, quando Domenico Dispenza presidente dal 2007, aveva lasciato il posto al francese Jean-Francois Cirelli.

▪️Gas Intensive, Consorzio Toscana Energia, Electrade, HB Trading e RomaGas, operatori italiani legati a contratti di lungo termine di capacità di trasporto sul gasdotto Tag, che collega Austria e Italia, hanno formalizzato al regolatore energetico austriaco E-Control una “ferma opposizione” alle nuove tariffe per il trasporto del gas per il prossimo quadriennio (2025-28) di recente varate dall’authority. Le ragioni della protesta sono state inviate anche a tutte le Autorità europee ed italiane competenti.
POLICY FOCUS – MERCATI
▪️ L’Antitrust Ue ha dato il via libera all’ingresso di Q8 in Eco Fox. L’ingresso avviene attraverso la cessione del 50% della società da parte della controllante, Fox Petroli. Eco Fox è proprietaria di uno stabilimento a Vasto con una capacità di 200.000/tonnellate annue che produce una gamma di biodiesel avanzati e di sottoprodotti per uso industriale. Dispone di una logistica a supporto in grado di ricevere e spedire i prodotti via mare e via terra e di un deposito fiscale di 30.000 mc di stoccaggio.

▪️L’operatore greco Mytilineos, presente in Italia con progetti di impianti da rinnovabili e accumuli ha inaugurato oggi una nuova sede a Milano, a 5 anni dall’avvio delle attività nel nostro Paese. L’inaugurazione è stata l’occasione per presentare le attività e gli obiettivi italiani della società.