Public Policy | IDROGENO,ASSOPETROLI: SERVE QUADRO NORMATIVO CHIARO

Roma, 12 mag – Centralità al “sostegno pubblico” e un quadro normativo “chiaro e stabile per controbilanciare la bassa redditività e il rischio degli investimenti iniziali e dare effettivo slancio alla diffusione dell’idrogeno e della relativa infrastruttura distributiva”.

Sono alcune delle richieste avanzate da Assopetroli in un documento inviato alla commissione Attività produttive alla Camera in merito alla risoluzione su iniziative per il sostegno della trasformazione energetica, delle fonti rinnovabili e, in particolare, della filiera dell’idrogeno.

L’associazione chiede una serie di “azioni di policy prioritarie” per raggiungere gli obiettivi europei e italiani sulla diffusione dell’idrogeno e dei suoi derivati. Innanzitutto bisogna “rimuovere tutte le barriere di mercato e armonizzare gli standard tecnici, al fine di facilitare e rendere armonizzata sia la produzione che la distribuzione di idrogeno e carburanti sintetici”. Occorre poi promuovere “programmi di ricerca e sviluppo” e prevedere misure come “la defiscalizzazione dei carburanti a basso impatto ambientale”.

Assopetroli evidenzia poi la necessità di “definire un programma di lungo termine” e di “prevedere forme di sostegno pubblico, anche nella forma di garanzie e finanziamenti ad hoc per la realizzazione di infrastrutture dedicate all’idrogeno”.

Nel documento l’associazione fa notare come idrogeno e carburanti sintetici potranno avere in futuro una “vasta applicazione nel trasporto stradale, in particolare per i mezzi pesanti a lungo raggio, ma anche in settori tipicamente ‘hard to abate’ come la marina e l’aviazione”. (Public Policy)

14/05/2021

ARTICOLI CORRELATI