SQ – Mafia e carburanti, Gava (Mite): bene l’indagine, stiamo per riattivare il tavolo

Articolo dell’8 aprile 2021

“Assumere ogni iniziativa necessaria per riportare legalità e sicurezza”

“Gli arresti e i sequestri di questa mattina tra Napoli, Roma, Catanzaro e Reggio Calabria per frode fiscale di prodotti petroliferi confermano che, come abbiamo rilevato ancora pochi giorni fa in Parlamento, la distribuzione dei carburanti rientra tra gli obiettivi operativi delle organizzazioni criminali. Per questa ragione il ministero per la Transizione ecologica sta per riattivare il tavolo sulla rete carburanti che può assumere un ruolo determinante nel contrastare le infiltrazioni criminali nel settore. Con il tavolo, intendiamo assumere ogni iniziativa necessaria per riportare legalità e sicurezza anche in questo comparto a tutela di tutti gli operatori”. Lo dichiara la sottosegretaria alla Transizione ecologica, Vannia Gava, deputata della Lega, commentando l’operazione Petrolmafie. “Nel frattempo – prosegue la nota – va un plauso alla magistratura, alla Guardia di finanza e ai Carabinieri del Ros, che hanno condotto una operazione così complessa”.

09/04/2021

ARTICOLI CORRELATI