STAFFETTA QUOTIDIANA |Se l’Antimafia va all’Assopetroli

staffetta_quotidi_rassegnaPresenza inattesa e d’eccezione, questa mattina all’assemblea di Assopetroli Assoenergia, del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo aggiunto, Giovanni Russo, in carica dal luglio scorso. In apertura della prima delle due tavole rotonde in programma dedicata alla sfida delle riforme per la legalità a fianco, tra gli altri, del vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Luigi Casero, del presidente della Commissione Finanze della Camera, Maurizio Bernardo, e dei rappresentanti del Comando Generale della Guardia di Finanza, dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia delle Entrate. Tre anni dopo la prima e del tutto inedita denuncia della piaga dell’illegalità da parte dell’allora presidente Franco Ferrari Aggradi, già allora una vera e propria emergenza che aveva contagiato anche il settore petrolifero, sfregiandone il mercato. Una presenza, quella del procuratore Antimafia, che conferma la gravità e le dimensioni assunte ormai dal fenomeno e la necessità evocata dal presidente Rossetti nel suo intervento (v. notizia a parte) di misure eccezionali. Perché si tratta di una deriva piena di rischi per tutti e in primis per lo Stato e perché nel caso del settore petrolifero, mettendolo a rischio di disintegrazione più o meno lenta, farebbe peggiorare la sicurezza energetica del Paese.

Articolo pubblicato su Staffetta online il 5 luglio 2017

05/07/2017